ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI COLLEGA

Collega Shop
Home » Shop » Indagine completa approfondita su Privati

Indagine completa approfondita su Privati

265,50  + iva

10% Off

Grazie all’esperienza della VISION, gli specialisti delle indagini patrimoniali, ed alla convenzione stipulata, potrai approfittare dello sconto riservato agli utenti Collega®

Condividi

Descrizione

Indagine Completa Approfondita su Privati

All’interno del report troviamo i seguenti punti:

  • La ricerca approfondita su base nazionale dei rapporti che emergeranno in fase investigativa, ovvero:
    • I conti correnti bancari ordinari;
    • I conti correnti postali;
    • I libretti postali;
    • Le carte prepagate postali;
    • Sono integrati dalla stima della capienza.
  • La verifica della residenza;
  • La verifica del domicilio (se rilevato);
  • Il rintraccio delle utenze telefoniche intestate al soggetto (se rilevabili);
  • La verifica del posto di lavoro con indicazione dell’eventuale forma contrattuale e stima della remunerazione mensile lorda;
  • Il rintraccio della pensione con stima dell’importo mensile lordo (solo per vecchiaia e invalidità);
  • La verifica dei protesti e delle pregiudizievoli (viene segnalata la sola esistenza di iscrizioni da parte degli istituti di credito, delle finanziarie e delle esattorie, di cui i dettagli delle note delle pregiudizievoli saranno da richiedere con preventivo a parte);
  • La verifica della presenza di eventuali cariche e partecipazioni in aziende;
  • La ricerca di Beni Immobili (Fonte Catasto) e Beni Mobili (Fonte PRA).


Evasione:

  • Normale in 15 giorni lavorativi (3 settimane): Non è possibile richiedere l’urgenza per le indagini approfondite.

Che cos’è un’indagine bancaria?

Per indagine bancaria si deve intendere l’attività posta in essere al fine di acquisire informazioni, notizie e dati relativi ai rapporti, continuativi o anche occasionali intrattenuti dal soggetto indagato con gli istituti di credito, con Poste Italiane o con un qualsiasi altro istituto finanziario.

Ovviamente, la finalità è quella di far emergere posizioni attive su cui agire per effettuare un pignoramento verso terzi.

Sia che siano aziende, sia che siano privati o per conoscere la situazione patrimoniale di una controparte, ad esempio.

Infatti, attraverso l’acquisizione e l’analisi di informazioni, gli studi legali possono procedere con maggiore facilità e rapidità a svolgere le attività volte a recuperare un credito o a individuare capitali che l’indagato non vuole far conoscere.

A cosa servono?

Queste informazioni verificate sono in grado di offrire un quadro preciso e aggiornato sull’esistenza di conti correnti. Il fine è presentare ai propri clienti una valutazione sull’utilità di procedere in giudizio.

In altre parole, si evitano spese superflue e si rende l’operato del legale efficace nella maggior parte dei casi.

Il livello di profondità dell’indagine bancaria è modulabile a seconda della necessità dell’avvocato e di riflesso del suo cliente. L’obiettivo finale è, come sempre, di migliorare le performance di recupero.

Il livello di approfondimento può essere proporzionale all’importo da recuperare: partendo da una semplice verifica dell’esistenza di conti correnti attivi, arrivando fino a definire la stima di giacenza sul conto in oggetto.

 


Nelle indagini non si rilevano saldi effettivi dei conti correnti, fondi deposito, titoli, azioni, polizze assicurative e bancarie ed investimenti in generale. Non si rilevano finanziamenti e prestiti in essere o pregressi, reddito di cittadinanza, movimentazioni in generale. Le risultanze delle indagini patrimoniali si riferiscono al periodo d’investigazione e non possono essere effettuate ricerche a ritroso nel tempo. Precisiamo che l’esito riportato è frutto di indagini investigate e in via ufficiosa. Pertanto le risultanze ottenute potrebbero non essere del tutto esaustive. 

Informazioni aggiuntive

Titolo

Torna in cima